Il Duomo di Torino

Per trascorrere weekend o vacanze all’insegna dell’arte, dello svago culturale e anche del relax, in una zona comoda della città di Torino si posiziona l’Holiday Inn Turin-corso Francia, un hotel dove qualità, innovazione, tecnologia, cura dei particolari sono le parole chiave che lo caratterizzano assieme a tantissima cortesia che non vi potrà assolutamente deludere. 

Torino, capoluogo piemontese, è una città ricca di monumenti, musei, palazzi e chiese assolutamente da non perdere. Una delle chiese più importanti e suggestive, è il Duomo di Torino, dedicato a San Giovanni Battista e situato nell’omonima piazza.

Il Duomo è l’unica chiesa in stile rinascimentale della città, voluta sia dal duca che dal vescovo della città nel 1505 dopo la distruzione delle tre chiese principali. I lavori furono affidati a Meo del Caprino che la portò a termine in sette anni. Il campanile, oggi ancora visibile, risale però al 1469, opera voluta dal vescovo Giovanni di Compeyes.

Nel 1649, si iniziò il progetto di ingrandimento del Duomo, con il fine di creare un degno ambiente per la conservazione della Sindone. Nel 1667 venne chiamato a concludere l’opera Guarino Guarini creando una cupola che venne finita 28 anni dopo nel 1694. 
Il visitatore doveva certamente essere impressionato dall’eleganza della struttura dai marmi che, da neri nella parte bassa, andavano sempre  più schiarendosi verso la sommità. 
All’esterno si presenta invece con una facciata in marmo bianco, con tre portoni di cui, quello centrale, principale, sormontato da un timpano e affiancato da due volute.

L’edificio si presenta austero, al visitatore, diviso in tre navate e costruito su pianta a croce latina. Arricchito un po’ in ogni secolo, l’interno del Duomo oggi si presenta ricco di dipinti e decori. Inoltre la sontuosa Tribuna Reale si deve alla volontà di Carlo Emanuele III di Savoia, dove sotto di essa, in una teca, è custodita provvisoriamente, dal 1998, la Sindone, mostrata ai fedeli in occasione delle grandi ostensioni.